Fresche come il primo giorno

La strada delle mele: dall’albero alla vendita

In agosto inizia il periodo più intenso dell'anno per i coltivatori di mele: la raccolta. È infatti proprio tra metà agosto e novembre che le diverse varietà di mela raggiungono la perfetta maturazione e vengono colte. Rispettare i giusti tempi garantisce la qualità e la conservabilità delle mele. Il raccolto inizia in agosto con le Gala e termina in novembre con la varietà Pink Lady ®. Ogni singola mela viene raccolta a mano dal frutticoltore che, per garantire una raccolta completamente manuale, si avvale di solito dell’aiuto di studenti, pensionati o lavoratori stagionali. Il lavoro fisico viene facilitato dall’uso di apposite ceste portate a tracolla, muletti e pedane mobili per la raccolta.

Le mele raccolte arrivano alle cooperative frutticole in grandi casse del peso di circa 320 kg ciascuna. Vengono contrassegnate con un codice a barre per garantire la tracciabilità e conservate nelle celle frigorifere.

La conservazione delle mele

Per la conservazione ottimale delle mele nelle celle frigorifere (stoccaggio intermedio o stoccaggio a scaffale alto) vengono utilizzate due diverse tecniche:

102-d7i6120-8
Conservazione in AC
Le mele sono conservate ad una temperatura di circa quattro gradi in un ambiente con ossigeno ridotto. Il processo di maturazione è rallentato, le mele si trovano in una sorta di “letargo”. In questa cosiddetta atmosfera controllata le mele si mantengono fresche fino a 12 mesi.
122a09-e7t5525-8
Conservazione 1-MCP
Se le mele vengono trasportate in Paesi molto lontani, si utilizza la conservazione denominata 1-MCP. In questo caso le mele vengono trattate con il gas 1-MCP, che sopprime l'effetto del gas naturale di maturazione, l’etilene e garantisce così la freschezza del frutto per oltre 12 mesi. Sulla buccia o all’interno della mela, non rimane nessun residuo del trattamento.
Il risveglio dal letargo

Selezione, tracciabilità e vendita

Appena i clienti le ordinano, le mele vengono esposte di nuovo all'aria aperta. Le casse vengono portate fuori dal magazzino e poi all’impianto di selezione. Le mele vengono quindi trasportate dall’acqua e selezionate in base alla forma, al colore, alle dimensioni, all’integrità della buccia e alla presenza di ammaccature. In questa fase viene scattata una foto ad ogni mela. Nel passaggio successivo le mele vengono rimesse all’interno delle grandi casse. Infine, vengono lavate e spazzolate con acqua potabile, confezionate, etichettate e trasportate al cliente.

La nostra garanzia: grazie al codice a barre con cui viene contrassegnata ogni cassa alla consegna alla cooperativa frutticola, ogni mela può essere ricondotta al rispettivo agricoltore. Solo le mele di dimensione, forma e colore uniformi, i cui residui sono al di sotto del limite prescritto, possono uscire dalla cooperativa frutticola ed essere vendute.